SICO
 
AMBULATORIO DI Chirurgia Minivasiva
 
Unità Operativa Complessa: Chirurgia Pediatrica
Responsabile: Prof. Alessandro Settimi
Unità Operativa Semplice: Chirurgia Mini Invasiva E Laparoscopia Pediatrica
Responsabile: Prof. Ciro Esposito
----------------------------------------
Sede dell'ambulatorio: Corpo basso stanza 1
Giorni e orari: Lunedi, Mercoledi e Giovedi dalle 10.00 alle 13.00
Per prenotazioni: Fornirsi di impegnativa con richiesta di visita chirurgica – 0817464420/21/19/18, attivi dal Lunedì al Venerdì dalle 8.30 alle 13.15 e dalle 14.00 alle 18.00, e il Sabato dalle 8.30 alle 13.15; o presso le farmacie abilitate, o sul sito internet www.policlinico.unina.it. Per le visite di controllo 081.7463381 dal Lun al Giov dalle 10.00 alle 13.00.

La chirurgia mini invasiva o videochirurgia raggruppa una serie di tecniche chirurgiche (laparoscopia, toracoscopia e retroperitoneoscopia) che consentono di effettuare degli interventi chirurgici all’interno dell’addome e del torace attraverso delle cannule chiamate trocar del diametro di 3-5 mm. La tecnica videochirurgica più conosciuta è la laparoscopia che permette di effettuare degli interventi all’interno della cavità addominale, prevalentemente su organi dell’apparato digerente. Dal punto di vista tecnico per realizzare un intervento in laparoscopia sono necessari due trocars (generalmente se ne usano 3). Il primo trocar viene posizionato all’ombelico e serve ad introdurre un ottica che illumina l’interno della cavità addominale grazie ad un cavo a luce fredda, ed è collegata ad una microtelecamera che consente di vedere l’immagine proveniente dall’ottica su un video monitor . Il secondo ed eventualmente il terzo trocar servono ad introdurre gli strumenti operatori (pinze, forbici, portaghi, etc.) necessari per eseguire gli interventi chirurgici. In videochirurgia si possono praticamente eseguire tutti gli interventi che vengono realizzati abitualmente con la laparotomia. I vantaggi della videochirurgia sono molteplici. Innanzitutto una maggiore precisione dell’intervento grazie alla magnificazione dell’immagine ed all’effetto “zoom” offerto dalla telecamera. Un secondo vantaggio è legato al minor traumatismo sulla parete addominale, infatti il dolore proveniente da una incisione di 3 mm è comparabile a quello di una puntura di un ago. E’ questo rappresenta un grande vantaggio per la ripresa della canalizzazione, infatti quando il paziente non ha dolore nel post-operatorio canalizza subito e può essere dimesso rapidamente. La videochirurgia ha anche minori complicanze legate all’intervento rispetto alla laparotomia che abitualemente presenta un 5-10% di occlusioni intestinali postoperatorie. Non da ultimi il vantaggio estetico, infatti la videochirurgia lascia delle cicatrici praticamente invisibili e questo rappresenta un grosso vantaggio soprattutto per il sesso femminile.

Lo Staff dell'Ambulatorio
Alessandro  Settimi
Prof. ordinario - Responsabile del servizio
settimi@unina.it
Sito web    |    Curriculum PDF
   
Ciro  Esposito
Prof. ordinario - Chirurgo
ciroespo@unina.it
Sito web    |    Curriculum PDF
   
Bruno  Cigliano
Ricercatore - Chirurgo
cigliano@unina.it
Sito web    |    Curriculum PDF
   
Antonio  Savanelli
Ricercatore - Chirurgo
savanell@unina.it
Sito web    |    Curriculum PDF
   
Alessandra  Farina
-
-
Sito web    |    Curriculum PDF
   

   
Home
Area Riservata
Area Celiachia
Alleanza Malattie Rare

Eventi
News

Contatti
Dove Siamo
 
dipartimenti clinici
Introduzione
Visite Specialistiche
Chirurgia Pediatrica
  Area Neonatologia 

Reparti di Degenza
Il Day Hospital

Servizi e Attività
 
dipartimento universitario
Introduzione
Didattica 
La Ricerca
  Laboratori 
  La Biblioteca 
 
Scuola di Specializzazione
La Scuola
Il Regolamento
I Docenti
L'offerta Formativa
Vecchio Ordinamento
Incontri del Mercoledì